DUE ANNI DI RAINBOW

(di Elios Moschella) – Settembre 2011

 

Ciò che va indebolito

Deve all’inizio essere rafforzato

Ciò che va rovesciato

Deve all’inizio essere drizzato

Colui che vuol prendere

Deve cominciare a dare”

 – Lao Tzu, Tao Te Ching –

Paul Klee - Ad Parnassum

Foto 1: Paul Klee – Ad Parnassum (1932), Kunstmuseum (Berna)

Due anni di Rainbow. Una piccola frazione di tempo nel percorso di comunicazione che questa rubrica ha intrapreso: trasformare la qualità della nostra vita, dell’abitare attraverso (e non solo) l’uso del colore.
Trasformare, ma come? Sigmund Freud amava dire che : “ Non è tanto facile suonare lo strumento della mente” ( Sigmund Freud, Aforismi e pensieri). Suonare lo strumento della mente perché è  questo quello a cui ci riferiamo quando si è deciso di intraprendere una trasformazione culturale come quella che, con modestia, abbiamo deciso. Dobbiamo “forzare” la mente, una cultura dell’abitare che non sempre è incline all’utilizzo, ad esempio, del colore nelle tinteggiature delle pareti o dei serramenti..? E come? Come “creare una realtà realizzabile”?
Credo che, innanzi tutto, sia necessario comunicare con un linguaggio adatto ed accettabile in base alla concettualizzazione che la persona, a cui ci rapportiamo, fa del proprio mondo. Allora ciò che è necessario, sempre più, è la comprensione (l’afferrare con i sensi) del linguaggio e delle esigenze dei nostri committenti/fruitori. Imparare ad usare il linguaggio del committente non vuol dire per nulla “compiacerlo” e, quindi rimanere passivi di fronte a frasi tipiche quali: “voglio le pareti bianche perché così mi costa meno e posso abbinare oggetti di diversi colori”.

Paul Klee  - Palloncino rosso

Foto 2: Paul Klee – Palloncino rosso (1922) Guggenheim Museum, New York

Significa, invece, comprendere la realtà della persona e poi, ci si perdoni il termine, impartire “suggestioni” nella loro stessa lingua. “ Se puoi vedere, impara ad agire” affermava Heinz Von Foerster. Ecco allora che gli addetti ai lavori (soprattutto i progettisti) dovrebbero iniziare a usare nuove forme di comunicazione, quelle che il filosofo britannico John L. Austin in una famosa conferenza ad Harvard (1955) definì <enunciazioni performative> : ” Il termine performativo può essere usato in una vasta gamma di modi e costruzioni affini, altrettanto come il termine imperativo. Il termine deriva, naturalmente da perform, il verbo che accompagna usualmente il sostantivo action: esso indica che l’emissione di una parola è essa stessa l’effettuazione di un’azione, e non, come normalmente si ritiene, il semplice dire qualcosa” ( J.L. Austin, How to do things with words, Harvard University Press, Cambridge; trad. it.  Come fare cose con le parole, Marietti , Genova 1987)

Come già affermavamo l’anno scorso è giunto il momento di “agire”, di concretizzare, anche attraverso provocazioni, se necessarie, questo nostro percorso. Gli strumenti sono tanti cominciamo ad utilizzarli.

Scarica il pdf

Distribuiamo in esclusiva sul territorio italiano tutti i prodotti e servizi legati al sistema NCS – Natural Colour System®©. NCS – Natural Colour System®© è un sistema logico di ordinamento dei colori che si fonda cu come questi vengono percepito dall'uomo.

Pubblicato su Editoriali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

I nostri partner della settimana
Il nostro rivenditore della settimana
Archivio
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: